Genazzano
Genazzano

Genazzano

Genazzano sorge sulle pendici dei Monti Prenestini, circondato da boschi di castagni e ulivi caratteristici del territorio. Il nome della città proviene probabilmente dalla gens Genucia, proprietari del fundus Genucianus; famosa località di villeggiatura delle famiglie Patrizie romane.

Genazzano esisteva già nel X secolo sotto forma di un piccolo agglomerato abitativo, e proprio in quest’epoca vennero costruite le prime chiese dei Santi Stefano e Lorenzo (Santa Croce) e di Santa Maria.

Nel 1151, con la cessione del feudo alla famiglia Colonna da parte di Papa Eugenio III, la città vide un periodo di ampio sviluppo, che però si interruppe all’inizio del XIX secolo con l’abolizione dei privilegi feudatari. Con l’elezione al soglio pontificio di Oddone Colonna con il nome di Martino V nel 1417, Ganazzano acquisisce grande prestigio in quanto il nuovo pontefice sarebbe nato o nel castello Colonna oppure all’interno di Casa Apolloni rinominata poi “Casa di Martino V”. Durante il periodo intercorrente il pontificato di Alessandro IV e l’elezione di Papa Giulio II, questi territori furono proprietà di Cesare Borgia detto “il Valentino” che in seguito li restituì alla famiglia Colonna.

Nel 1503, durante la guerra ispano-francese, un evento storico nobilitò il nome di Genazzano: la così detta “disfida di Barletta” in cui 13 cavalieri italiani si batterono con altrettanti cavalieri francesi. La disfida fu provocata dalle offese del capitano francese Charles de Torgues “La Motte” e si risolse con la vincita degli italiani, tra i quali si distinse per il suo valore Giovanni Bracaleone de Carlonibus detto Brancaleone che visse a Genazzano.

Errore: un livello con ID 9 non esiste!
Translate »